• Locronan, il borgo medioevale

    Il borgo di Locronan lo si raggiunge con una breve passeggiata dopo aver lasciato l’auto ad un parcheggio a pagamento. Tutto il centro è isola pedonale e sarà un piacere passeggiare nelle sue viuzze. Meno di 900 abitanti abitano questo borgo inserito tra i“Petites Cités de Caractère” (Piccole città di interesse architettonico) e dei “Più bei paesi di Francia”.

    Ve ne renderete subito conto non appena entrerete nel borgo, antiche case in pietra decorate con gusto, gli stessi negozi hanno un gusto di passato, saranno le insegne antiche che le adornano. Tra questi troviamo alcune panetterie che sfornano squisiti kouign-Amann, dolci tipici della gastronomia bretone o degli immancabili negozi di sardine. Le splendide case in granito ed i tetti colorati e i fiori dappertutto. Tutto è curato nei minimi particolari.

    La visita è semplice, parte tutto dalla piazza centrale dalla quale si snodano tutte le stradine del borgo, che dovrete visitare tutte, perchè in ognun di esse si cela un angolino particolare od un negozietto fuori dalle righe. La piazza, eletta monumento storico nel 1936 è servito da sfondo a vari film storici. Questa cornice infatti è molto apprezzata dai cineasti perchè è rimasta inalterata, fateci caso, non vedrete cavi elettrici in aria!

    Al centro della piazza si trova la chiesa di Saint-Ronan e la chapelle du Pénity, comunicanti, che formano un’unica facciata.  Nella navata, il pulpito e la vetrata principale ripercorrono numerosi episodi religiosi. Al loro interno si possono ammirare una vetrata del XV secolo raffigurante la Passione e dei bassorilievi raffiguranti le apparizioni di Gesù resuscitato a Maria Maddalena e gli apostoli. Al loro interno si possono ammirare una vetrata del XV secolo raffigurante la Passione e dei bassorilievi raffiguranti le apparizioni di Gesù resuscitato a Maria Maddalena e gli apostoli. Dietro la chiesa si trova un particolare cimitero betrone.

    La visita vi porterà via un paio d’ore e preparate con voi la macchinetta fotografica!

     



Comments


  • Leave a comment