• Musei strani che non sapevi potessero esistere!

    Musei stranissimi che non sapevi nemmeno che potessero esistere, eppure hanno tutti una loro storia ed un senso logico. Alcuni ti lasceranno davvero senza fiato grazie alle  collezioni assurde. Ecco una lista di quelli che abbiamo scovato, e voi ne conoscete qualcun’altro?

    Non possiamo non citare un museo molto particolare, si trova a Piacenza, e pensate un pò è dedicata alla…cacca, chiamato Shit Museum, che tradatto dall’inglese vuol dire Museo della Merda, insomma, meglio la versione inglese, molto più elegante. Inaugurato nel 2015,  da un’idea di un allevatore che ha avuto l’idea di utilizzare i “rifiuti” dei suoi animali per creare un museo che vende anche prodotti, molto particolari, non ci credete? Visitate il sito:  http://www.museodellamerda.org/the-museum/

    A Venezia  c’è il  Casanova Museum & Experience! Ha aperto di recente a Palazzo Pesaro Papafava il museo-esperienza multimediale interattivo dedicato al libertino più famoso del mondo! un museo fuori dal normale, non ci sono quadri o sculture ma è tutto multimediale, un viaggio durante il quale si indossa sugli occhi un visore hi tech con cui ci si proietta nel Settecento (grazie a un video girato con tecnica a 360°) e si diventa appunto Casanova. si viene così proiettati nell’epoca del libertino, con tanto di donne procaci che provano a sedurre. Il percorso continua con un audioguida che spiega gli  accessi alle varie stanze del palazzo tra oggetti d’epoca, un chitarrone, lettere autografe, abiti …La visita dura circa 45 minuti. Informazioni e prenotazioni: Fondazione Casanova – Casanova Museum & Experiencehttps://casanovamuseum.com

    Il Museo del cioccolato di Parigi…da leccarsi le dita! Dopo Bruges e Praga ora anche Parigi ha il suo museo del cioccolato. Oltre 4000 anni di storia raggrupapti in tre piani per svelarci tutti i segreti del cacao, dalla sua storia ai tempi dei Maya e fino ai gironi nostri, vedere cosome si prepara il cioccolato, assaggiare i cioccolatini al termine della degustazione, vedere sculture di cioccolate create da grandi artisti, atelier dove grandi e piccini possono divertirsi a creare le loro opere di cioccolato. Divertimento assicurato per tutti i golosi di cioccolato. I biglietti partono da € 8.00 in su, tutte le info sul sito ufficiale https://www.museeduchocolat.fr/

    A Varsavia in Polonia esiste invece il Neon Museum, che sorge all’interno di un’area industriale in fase di recupero chiamata Soho nel quartiere Praga. Vecchie insegne luminose,  pannelli con la storia del Neon (gas e lampade) da leggere, insegne di stampo sovietico con la tendenza all’occidentalizzazione, insegne  che caratterizzavano la città di Varsavia fino agli anni ’80. Forse non tutti sanno che l’installazione pubblicitaria di insegne al neon sia stata per la Polonia una vera e propria corrente artistica.  È possibile visitarlo in meno di un’ora a pochissimo prezzo. Per gli amanti del vintage e dello stile industriale, questa è una chicca da non perdere. Inoltre, il quartiere in cui si trova e molto alternativo, insieme altri negozi di design http://www.neonmuzeum.org/pages/about.html

    The Postal Museum a Londra, ovvero l’antica ferrovia sotterranea  della Royal Mail, usata per trasportare pacchi e lettere, qui sorge un museo dedicato alle Poste inglesi! Il museo e diviso in due parti:  una parte è dedicata alla storia della Royal Mail, con tanto di esposizione di cartoline, francobolli, poster, disegni e l’altra parte prevede un viaggio in treno seguendo il tracciato che effettuava il servizio postale antico in treno, è un’esperienza meravigliosa, ma se avete problemi con claustrofobia state attenti perchè tutto si svolge sottoterra! L’obiettivo è rivivere quello che accadeva anticamente, ovvero  un viaggio con i treni che  funzionavano con mezzi sotterranei elettrici privi di guidatori (i primi al mondo) per rispondere all’esigenza di evitare il traffico urbano e le congestioni presenti nei centri nevralgici di Londra che rallentavano notevolmente la consegna della posta. Da provare, unico problema è il costo elevato del bigietto, ma qui siamo a Londra e nulla è economico! https://www.postalmuseum.org/

    Ad Amsterdam c’è il Sex Museum, nella capitale della trasgressione non poteva mancare un museo dedicato al sesso proprio sulla Damrak, via  piuttosto trafficata e affollata, ma questo è un museo di puro divertimento. Statue nude in varie posizioni, oggetti vari, quadri erotici, vari oggetti… se siete in zona fate un salto per farevi due risate manon aspettatevi un granchè. Inoltre il prezzo è abbastanza accessibile, € 5.00 e più che essere un vero e proprio museo è una sorta di  mostra di attributi del sesso da tutto il globo e foto attraverso gli anni. Chiaramente non adatto a bambini! Da non confondere con  L’Erotic Museum che  si trova nel Quartiere a Luci Rosse il costo di ingresso è di 7 euro. https://www.amsterdam.info/museums/sex-museum/

    A Barcellona il Museo del carro funebre o Museu de Carrosses Funebres come si dice in catalano. Si trova vicino il cimitero della collina del Montjuic e chi pensa di trovarsi davanti un museo triste, cupo ed inutile si sbaglia di grosso. Viene rappresentata tutta la tadizione funeraria e la visita trasporat davevro in un’altra dimensione. Si scende sottoterra tramite un ascensore e qui sarà possibile vsitare carri e carrozze nere,a ccessari usati durante le cerimonie, gli abiti del personale. Nulal di macabro garantito! L’ingresso è Gratuito! E’ possibile organizzare anche visite di gruppo in italiano scrivendo a comunicacio@cbsa. cat. Per completare la visita potete visitare il cimitaro di Montjuic, qui sono sepolte anche alcune personalità famose di Barcellona. link per le info https://www.cbsa.cat/

    In Italia in Abruzzo esiste il Museo della Lettera d’Amore. tra le verdi colline di un piccolo paese abruzzese, Torrevecchia Teatina, esiste questo singolare museo unico al mondo.  Ospitato nel palazzo Ducale Valignani del millesettecento, vengono conservate tutte le lettere d’amore raccolte da tutti i partecipanti  ad un concorso dal titolo omonimo che si svolge ogni anno nel mese di agosto (http://www.museoletteradamore.it/concorso.htm). All’interno del museo sono esposte cartoline d’amore d’epoca, alcune dipinte anche a mano, un numero impressionante di messaggi scritti su carta, missive romantiche e intense, ironiche e feroci, compagni, amici, figli e passioni di una vita. Dalle antiche lettere d’amore dei nonni, alle dichiarazioni di sentimenti eterni rivolti ai propri amanti.

    Il Museo del Fallo in Islanda raccoglie oltre 200 esemplari appartenenti a mammiferi diversi. Girando li troverete dappertutto, appesi, per terra, illuminati…E’ stato costrtuito con un intento scientifico, far diventare la fallologia una scienza in piena regola. Una curiosità, se volete potete donare il vostro fallo dopo la morte per poterlo esporre nel museo!    https://phallus.is/it/

    Il Museo dello slip, o  Musée du slip a Bruxelles, è una creazione del genio surrealista Jan Bucquoy che ha inaugurato una galleria d’arte dedicata a questo aprticolare pezzo di biancheria intima  a volte appartenuta anche a personaggi famosi come Lady Diana, Margaret Thatcher o Sarkozy. Il museo è aperto tutti i fine settimana dalle 10.30 alle 17.00, si trova all’interno di un piccolo bar chiamato “Dolle Mol” vicino la  Grand Place ed è facilmente riconoscibile. Boxer, perizoma, tanga, davvero c’è di tutto, inoltre l’ingresso è gratuito!



Comments


  • Leave a comment