• NAZARE’: il paese dalle onde più alte al mondo

    Nazarè è un comune facente parte della subregione di Ovest, in Estremadura portoghese ed è nazareconsiderato uno dei posti più pittoreschi del portogallo. Tipico è il suo promontorio sul mare ma soprattutto sembra di tornare indietro nel tempo. E’ forse il borgo di pescatori più famoso e più pittoresco del Portogallo: se passeggi lungo la costa ti rendi conto di come ci siano ancora i pescatori con i berretti neri che rammendano le reti, i buoi che tirano in secca le barche, le mogli dei pescatori sedute agli angoli della strada con variopinti foulard in testa, gonne a balze e zoccoli. Durante i mesi estivi, la sera è imperdibile passeggiare nella cittadina, molto bella e vivace, qui bisogna assolutamente fermarsi in uno dei tanti ristoranti di pesce del posto! Divino e con prezzi bassi. Ma la vera attrattiva del posto sono sicuramente il Forte de S. Miguel Arcanjo ed  il Quartiere del sitio.

    donnaLa parte posta più in alto della cittadina di Nazarè è il quartiere del Sitio da cui si ammira una particolare e bellissima vista sull’Oceano. Avendo uauomobile a noleggio abbiamo attraversato un parco nazionale ricco di vegetazione, sichiesa arriva così alla falesia più alta del Portogallo. In aletrnativa, se non hai l’auto, puoi arivare con una funicolareal modico prezzo di €1.80.  Una volta arrivati ci si trova catapultati in una dimensione d’altri tempi. Donne vestite in abiti tradizionali che con i loro carretti vendono prodotti tipici del posto, soprattutto frutta secca, non mancano chiaranmente negozi di souvenir. Qui spicca l’Ermida da Memória, una piccola cappella costruita per ricordare il miracolo che la Madonna fece ad un nobile impedendo che lui ed il suo cavallo finissero nel precipizio, facendo cadere al loro posto un cervo.Questa scena, come è tipico del Portogallo, si trova e riprodotta all’interno della cappella su dei pannelli di azulejos bianchi e azzurri che raffigurano il momento  dell’apparizione della Vergine mentre il cervo precipita nel vuoto. La Cappella ha inoltre un piano inferiore, è dovrebbe essere questo il luogo in cui venne ritrovata l’imamgine originaria della madonna alla quale il giovane nobile chiese il miracolo. Ovviamente non sappiamo se la storia sia vera o meno, certo è che da qui si gode una vista fantastica e che sul Miradouro do Suberco c’è il segno lasciato sulal roccia dal ferro di cavallo del nobile.

    vista faroDa qui dirigetevi verso il faro, questa è davvero imperdibile! Si trova sulla strada del Praia do norte beach, qui trovate anche un ampio parcheggio. Lasciate la vostra auto eingresso (2) proseguite a piedi. Si intravede un forte che fu costruito per proteggersi dai pirati. All’interno del forte sono esposte diverse foto ed anche diversi surf appartenuti a surfisti leggendari. Ovviamnete non mancano video dimostrativi inteessantissimi. Dal forte oltre che ad avere una visione della città a tutto tondo, si può ammirare l’Oceano, e se hai la fortuna di trovarti tra ottobre e ingresso (1)novembre potrai ammirare anche la grande attrazione della città:  le onde e il surf, grazie al “Nazaré Canyon”, un fenomeno di geomorfologia sottomarina che provoca la formazione di onde giganti e perfette. È il più lungo Canyon sommerso d’Europa, circa 170 chilometri lungo la costa, che arriva a 5000 metri di profondità.
    Le onde record si verificano in specifici luoghi del mondo caratterizzati dalla presenza di fondali che degradano e zone aperte all’oceano e con determinate condizioni atmosferiche, e possono raggiungere altezze incredibili, particolarmente ambite dagli intrepidi surfisti alla ricerca dell’onda del secolo. Una particolare caratteristica morfologica che permette all’acqua di ‘caricarsi’, prima di raggiungere i bassi hqdefaultfondali, creando onde record assolutamente incredibili. Nazare è stato lo scenario per il record del mondo di surf estermo(Extreme Waterman Challenge), l’hawaiano Garrett McNamara ha cavalcato nel 2013 un’onda di circa 27 metri (90 piedi) di altezza. Noi non abbiamo avuto la fortuna di vedere questo “fenomeno”, ma il solo fatto di trovarsi l’Oceano in tempesta è stato un evento eccezionale. Questa è una sosta da non perdere assolutamente, e come per ogni spettacolo che offre la natura non si può che restarne appagati.



Comments


  • Leave a comment