• Cosa visitare a Sintra in uno o due giorni

    Sintra è un comune portoghese facente parte del distretto di Lisbona e per questo facilmente raggiungibile, quindi se siete nella capitale per una vacanza non perdetevi questa  graziosa cittadina nota soprattutto per il suo Palácio da Pena, situato in collina e divenuto oramai da secoli meta preferita da ogni turista che arriva in Portogallo. Lisbona è collegata a Sintra da mezzi pubblici affidabili ed economici e questo rende Sintra una facile escursione in giornata, adatta a tutti. Ci sono due linee tra Lisbona e Sintra ed entrambe sono utili per i turisti:  dalla stazione Rossio a Sintra o dalla stazione Oriente a Sintra edil biglietto ha sempre lo stesso prezzo:€2,15/€1,10 (adulti/bambini). Non ci sono riduzioni per un biglietto di andata e ritorno e quindi la tariffa per andata e ritorno equivale a due biglietti singoli, €4,30. Se invece vi muovete con la vostra auto mettete in conto la presenza del traffico, è un tratto di strada molto trafficato a causa dei pendolari e non provate nemmeno a guidare nel centro storico di Sintra nel fine settimana durante i mesi estivi! Cosa vedere a Sintra? Anche se è piccola c’è tanto da vedere, due giorni sarebbero perfetti, ma in mancanza di molto tempo cercate di vedere il  Palácio da Pena e Quinta da Regaleira

    Inizierei dal Palàcio da Pena, soprattutto di buon’ora per evitare la fila e soprattutto un consiglio munitevi di biglietto in anticipo acqusitandolo su questo link http://www.parquesdesintra.pt/en/commercial-area/ticket-office-2/    Il castello si trova in cima alla Serra di Sintra e per arrivare si passa per una strada sinuosa in mezzo ad un bosco e all’improvviso compare questo meraviglioso quanto unico castello. Si ha subito la sensazione di trovarsi nel mezzo di una favola, circondato da un immesnso guiardino svettano le torri e le guglie orientaleggianti e lussureggianti, con le sue tonalità pastello, giallo, rosso, rosa, viola…una costruzione nata dall’immaginazione del re artista Ferdinand August Franz Anton di Austria che divenne re Ferdinando II e che volle costruire un castello per rivaleggiare con il castello di Neuschwanstein in Baviera. Nel 1995, il palazzo e il paesaggio di Sintra sono stati classificati come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. In meno di due ore il castello per intero si visita. L’interno è un miscuglio di colori e stili architettonici, si passa da stili vittoriani a stili piu orientaleggianti, elementi indiani si fondono con stili più moreschi. La visita non finisce nel palazzo, infatti circa 200 ettari di passeggiate alberate che portano a stupendi panorami e laghui nascosti vi aspettano. il parco circostante è un insieme di labirinti, perchè il parco fu costruito, sempre su volere di re Ferdinando II, come un insieme di sentieri romantici, creando una foresta dal sapore magico e piena di piante ed alberi esotici. Vi ricordo che il Palazzo Pena -Sintra  è aperto dalle 10:00 alle 19:00 durante l’estate. Il palazzo è chiuso il lunedì. Aspettatevi di spendere un’ora e mezza o due per visitare tutte le sale di rappresentanza e le terrazze e un’altra ora per vagare lungo i sentieri dei boschi.

    Finita la vista torna verso il centro città e vai a visitare Quinta da Regaleira, dal centro in 15 minuti siarriva facilmente. La residenza di per sè non è nulla di che, se non il fatto che mescola diversi stili: gotico, medioevale, manuelino,  ma perdersi nel giardino circostante è un divertimento unico. Qui inizia la magia….all’apparenza sembra un normale giardino decorato con laghetti, fontane, rocce, statue ed invece sono pervasi di mistero. le statue e gli edifici nascondono tutti dei labirinti sotterranei, bellissimi da fare che vi porteranno da un capo e l’altro del giardino. Nel verde si dividono diversi vialetti su cui si aprono statue, labirinti, palazzi e chiese di architettura in stile gotico davvero stupende; tra le aiuole si ergono diversi laghetti tutte in ottimo stato e circondati di vegetazione esotica. Nel giardino è rappresentato il percorso spirituale dell’uomo, chiamato anche “percorso degli iniziati”, che vi porterà fino alla Discesa agli Inferi, un pozzo a forma di torre capovolta profonda 27 metri con 9 piani come i nove gironi dell’inferno che si percorre con una scala a chiocciola. Dal fondo oltrepassati i gironi del Purgatorio attraverso un tunnel scavato nella grotta, si risale dalla Strada del Paradiso per arrivare al laghetto paradisiaco che sarà la vostra ricompensa. Anche questa costruzione è nata dallevisioni del proprietario, ricco commerciante di caffè e pietre preziose in Brasile, collezionista di libri e farfalle.E’ un vero incanto, una magia da non perdere assolutamente. Luogo meraviglioso e magico immerso e circondato da una fitta vegetazione.  APERTO DALLE 10.00 ALLE 19.00

    Se avete la fortuna di poter restare un altro giorno potete visitare anche visitare il  Castelo dos Mouros ed il Palacio de Monserate  un mix originale di romanticismo ed architettura orientale.

    Tappa a Castelo dos Mouros, testimonianza della presenza araba, fu infatti costruito nel 9 ° secolo dai Mori in quanto forniva un punto di guardia adeguato sul fiume Tago e offriva protezione alla città di Sintra. Ci sono pervenute cronache arabe dettagliate che raccontano come la regione di Sintra fosse molto ricca di campi coltivati e di come il Castelo dos Mouros fosse uno dei castelli più importanti della regione, ancora più importante del castello di Lisbona. Oggi restano più che altro delle rovine  ma Camminare sulle mura della fortezza, hai Sintra ai tuoi piedi e una bella vista panoramica sulle valli circonstanti. Il Castello è molto diverso da altri palazzi e case signorili della città. Il castello è aperto 7 giorni a settimana e quindi anche il Lunedi, giorno in cui molti monumenti sono chiusi a Lisbona. Il biglietto d’ingresso per il Castelo dos Mouros costa €8.00 (adulto). Il modo migliore per raggiungere il castello è prendere il bus turistico 434 di Sintra, che collega la stazione ferroviaria, il centro della città, il Castello dei Mori e il Palazzo Pena. L’ingresso del Palazzo Pena si trova a meno di 200 metri dall’ingresso del Castello dei Mori ed è facilmente raggiungibile. Consiglio di andarci con il bus che parte proprio di fronte alla stazione (434 della Scottbus).

    Il Palacio di Monserrate  è un pò distante ma facilmente raggiungibile tramite un bus dal costo di 2.50€ a tratta. il palazzo è conosciuto anche come  la vie en rose perchè  qui vedi tutto rosa: rosa pesca è il colore della romantica residenza vittoriana di Monserrate e l’interno  incanta con le sue arcate in stile orientale ed i soffitti che sembrano broderie in pizzo. Nelle stanze aleggia un’ aria misteriosa e le grandi finestre proiettano sul giardino.  Il palazzo è in stile moresco molto ricco  e bello il parco che somiglia a un giardino botanico. Il costo del biglietto con acquisto in internet è stato 7.60€se siete in macchina andateci pure con la macchina perché li troverete un ampio parcheggio, se andate piedi tenete conto che sono 2km più o meno da camminare(45min)…da non sottovalutare visto che anche durante la visita si cammina un bel pò su e giù tra i giardini.

    Infine ti consiglio una passeggiata per le vie del centro, molto caratteristico davvero!

     

     

     

     

     

     

     



Comments


  • Leave a comment